Aurelio De Laurentiis difende Mazzarri e spinge il Napoli. La sconfitta in casa della Lazio ha frenato la corsa degli azzurri, ma il numero 1 del club partenopeo non molla la presa e ai microfoni di Radio Marte fa un'ampia analisi sul momento della squadra, partendo dai primi passi della sua avventura.

"A me piace partire da lontano, ovvero da quando arrivai a Napoli e vedevo i bambini per strada giocare con le maglie di Inter, Milan o Juventus, perche' il Napoli militava in categorie inferiori - spiega De Laurentiis -. Da qualche anno, invece, la nostra gente ha ripreso familiarita' con i colori azzurri ed e' tornato l'entusiasmo. Voglio partire da questo per dire che questa squadra ha fatto tantissimo in queste stagioni e va sostenuta. A Roma meritavamo di vincere o almeno pareggiare. C'era un rigore netto su Pandev ed un fuorigioco fischiato a Cavani inesistente". Quindi anche per De Laurentiis il Napoli non meritava di perdere contro la Lazio ed e' stato penalizzato da alcune decisioni arbitrali. Ecco perche' il presidente difende Mazzarri: "Ha messo in campo la migliore formazione, perche' ci mancavano tutti gli uomini di fascia tra infortuni e squalifiche. Non bisogna farsi influenzare da critiche strumentali. Una flessione l'hanno avuta tutti persino il Milan dopo la Champions League. Per la corsa finale puo' accadere ancora tutto, ogni traguardo e' possibile. Sappiamo che il calcio e' cosi', ma guardiamo con fiducia al futuro. Abbiamo un progetto solido che andra' avanti. Chi resta o chi parte lo decide chi ha in mano i contratti. Noi rappresentiamo a testa alta e con onore i colori azzurri".





Leggi anche:


Cerca in google

 

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information