Mostra di nuovo i muscoli l’Aversa Normanna nella lunga battaglia, a colpi di lettere e incontri, ingaggiata con l’amministrazione comunale da quando l’ente ha chiesto alla società di farsi carico dei costi dell’energia elettrica per un importo totale di circa 70mila euro. Una vicenda che va avanti ormai da mesi, da quando cioè il dirigente comunale e comandante della Polizia municipale Stefano Guarino ha avviato l’iter per la disdetta della convenzione per l’uso gratuito dello stadio Bisceglia, iter poi fermato per l’intervento della giunta che aveva proposto a Spezzaferri di rateizzare quanto dovuto. Un’ipotesi anche accettata dal patron granata che poi, essendosi ritrovato di fronte all’obbligo di sottoscrivere una fideiussione, ha scelto di imboccare la strada delle barricate e dello scontro. Una nuova lettera del legale dell’Aversa Normanna è arrivata nei giorni scorsi in comune. Il seguito dell’ultimo incontro andato male in comune. Il legale scrive: “Il rateizzo da voi ipotizzato e mai sottoscritto dalla mia assistita, ancora una volta viene disconosciuto perché, in virtù di quanto prevede il regolamento per l’uso e la gestione degli impianti sportivi comunali e scolastici del 22 maggio 2002, alcuna somma vi è dovuta. La prima rata è stata pagata al solo fine di evitare ulteriori ed irreparabili danni che ampiamente e ripetutamente precibotavovi e pertanto, lo stesso mai potrà essere considerato come accettazione tacile alla proposta di rateizzo”.  Le parole del legale cozzano però con una nota stampa della società diramata in data 22 novembre in cui si leggeva: "A seguito dell’incontro svoltosi nel pomeriggio e nella serata di lunedì 21 novembre 2016 fra la società  sportiva  SF  Aversa  Normanna  SRL  e  le  parti  politiche  in  merito  alla  revoca  della convenzione per la fruizione dello stadio A. Bisceglia, sulla base degli insoluti per la fornitura elettrica sulla struttura sportiva, la società comunica di essere “addivenuti con le parti politiche ad  un  accordo,  in  base  al  quale  il  comune  accetta  le  condizioni  di  rateizzo  proposte  dalla società con decorrenza dal 30 dicembre 2016. Si precisa che l’accettazione del rateizzo non equivale  al  riconoscimento  del  debito  ascritto  alla  società  ma  è  finalizzato  a  evitare  ulteriori danni  a  tutta  la  filiera  che  ruota  intorno  all’Aversa  Normanna  nonché  ai  tifosi.  Si  comunica inoltre  che  domenica  27  novembre  2016  la  competizione  casalinga  Aversa  Normanna  US Sicula  Leonzio  si  svolgerà  regolarmente  presso  lo  stadio  “A.  Bisceglia”  di  Aversa  alle  ore  14:30.  La  società  si  riserva  di  procedere legalmente  per  quantizzare  gli  interventi  apportati  a  proprie  spese  alla  struttura di  cui  in  oggetto,  non  contemplate dalla  convenzione  a monte della tenzone. Nella giornata di domani 23 novembre 2016 è prevista la delibera di giunta volta alla ratifica di quanto stabilito durante l’incontro di lunedì 21”. Ora non resta che attendere la risposta dell'amministrazione comunale.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information