In seguito agli episodi di fine gara dei play off di calcio, campionato regionale di prima categoria, disputatasi il 16.06.2013 presso lo stadio “G. Russo” di Paolisi (BN) tra l’ F. C. Paolisi ‘992 e lo Sporting Guardia, l’F.C. Paolisi ‘992 era stato dal Giudice Sportivo retrocesso in seconda categoria e comminata, altresì, la sanzione della radiazione a vita a carico dei giocatori Loffredo Antonio e Perrotta Clemente oltre la sanzione della squalifica a carico del dirigente accompagnatore Russo Giuseppe e, la sanzione pecuniaria di € 1000.00. a carico della società.

La Commissione Territoriale, in virtù del ricorso presentato, successivamente, riammetteva l’F.C. Paolisi ‘992 in prima categoria e “convertiva” la radiazione a carico dei giocatori in squalifica. Sempre in virtù di quel concitato fine gara il Questore di Benevento emetteva dodici D.A.SPO. nei confronti sia dei tifosi che dei calciatori. In particolare nei confronti di Loffredo Antonio e Perrotta Clemente a metà settembre il Questore notificava un D.A.SPO. per la durata di tre anni di cui un anno con l’obbligo di recarsi presso la stazione carabinieri di competenza per apporre la firma in concomitanza delle gare di calcio in cui partecipa F.C. Paolisi 992; Nei confronti di Carbone Antonio il Questore notificava un D.A. SPO per la durata di due anni di cui un anno con l’obbligo di recarsi presso la stazione carabinieri per apporre la firma in concomitanza delle gare di calcio in cui partecipa F. C. Paolisi 992 e, infine nei confronti di Russo Giuseppe notificava un D.A. SPO per la durata di un anno. In merito alla posizione di Loffredo il GIP di Benevento, dott. Cusani, in data 19.09.2013 non convalidava il provvedimento dell’obbligo di firma emesso dal Questore e, in data 26.09.2013 il GIP, dott.ssa Di Carlo, non convalidava il provvedimento dell’obbligo di firma emesso dal Questore a carico di Perrotta e Carbone. In relazione anche a tali decisioni dei Giudici, venivano presentate in Questura specifiche e singole istanze di revoca dei D.A. SPO. da parte dell’Avvocato Domenico Mauro che ha difeso e rappresentato i “quattro” durante tutto l’intero iter procedimentale e, per l’effetto il Questore di Benevento in data 08.11.2013 provvedeva a decretare l’annullamento dei provvedimenti precedentemente emessi e innanzi illustrati.

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information