Per igiene mentale non leggiamo i commenti social di Nicola Iovinella. Preferiamo altre letture, a lui sconosciute. L’esperto in consolidamento e Restauro delle Strutture Murarie, quante parole per dire geometra, è socialmente pericoloso anche quando scrive. Consigliamo alle famiglie di Orta di Atella di tenere i figli minori lontani dal suo profilo Fb. Non sia mai che faccia “scuola”. Se soltanto un ragazzino, ripetiamo solo uno, seguisse gli “insegnamenti” dello sterminatore del territorio sarebbe un disastro dalle proporzioni bibliche. Però per onestà (Iovinella, tranquillo, non è una parolaccia) intellettuale (geometra, non si scandalizzi, esiste anche l’intelletto) siamo costretti ad ammettere che abbiamo letto con grande attenzione l’ultimo post di “Un saluto, un sorriso”. È la dimostrazione che non si finisce mai di imparare. Addirittura si può “apprendere” qualcosa anche da uno come lo sterminatore del territorio. Attenzione, ripetiamo che è “salutare” tenere la bacheca Facebook lontana dalla portata dei bambini. Ma diamo atto a Iovinella che tramite i social ha trattato un argomento di cui è tra i massimi esperti internazionali.

Ecco il titolo del post (guarda lo screenshot): “IL “CLAN ON LINE” NON CI STA e FA SQUADRISMO!!!”. Caspita, l’esperto in consolidamento e Restauro delle Strutture Murarie, in una parola il geometra, che parla di clan è una lettura imperdibile. Bisogna leggerlo. Sarà una pietra miliare nella storia della camorra. Gli storiografi della mafia utilizzeranno il post come un “reperto” dal valore inestimabile. È vero che siamo spregiudicati (Iovinella, noi siamo spregiudicati, non pregiudicati) ma prima di leggere siamo andati in farmacia. “Dottoressa, per cortesia, dieci scatole di Maalox Plus”. Risposta: “Immagino che deve leggere qualche post Fb del geometra Nicola Iovinella?”. Accenno con la testa un sì. Lei mi osserva con una sguardo misto a compassione e ammirazione e mi riempie di Maalox una busta bianca con la stampa del nome della farmacia. Torno in redazione. Un minuto di training autogeno tra le pacche sulle spalle dei colleghi. Qualcuno mi prende in giro citando Rocky: “Non fa male!”. Io grido: “Adrianaaa! Inforco gli occhiali dopo un ultimo respiro profondo. E leggo il commento del portavoce di Campania Libera (ancora per poco).

“Sono settimane - scrive Iovinella - che puntualmente ogni azione Amministrativa, ed in particolar modo quelle che vedono impegnati esponenti del movimento di Campania Libera, viene “combattuta e contrastata” da “veline giornalistiche?!?!” dal contenuto squallido, ignobile e calunnioso montate da una mente contorta, perversa e fulminata, come quella della “puntina di ferro” del “Clan ON LINE”!!”. C…acchio! Il geometra, ex demiurgo dell’ufficio tecnico e sterminatore della città ai tempi del boom edilizio, che parla di camorra è un evento senza prezzo. Un fatto storico, appunto. Non esageriamo. È proprio così. Del portavoce di Campania Libera (ancora per poco) parla il pentito dei Casalesi Orlando Lucariello. Sentite cosa dice ai pm l’ex referente di Orta di Atella del CLAN (quello vero, non quello virtuale): “In merito al responsabile dell’ufficio tecnico Iovinella Nicola posso riferire che lo stesso lavorava ed era persona a nostra disposizione in ordine al rilascio di permessi di costruire in favore degli imprenditori”.

C…acchio! Riportiamo le dichiarazioni di Lucariello perché non si tratta di un pentito qualunque. È l’elemento chiave alla base dell’ordinanza che portò il 13 giugno del 2017 all’arresto di Angelo Brancaccio. L’ex sindaco di Orta di Atella, tuttora in carcere, è stato condannato l’11 gennaio di quest’anno a 8 anni di reclusione per associazione a delinquere di stampo mafioso. Lo sterminatore del territorio appare leggermente infastidito ma non perde l'aplomb da baronetto. “Per quanto concerne i “capi del clan Verde e tale Lucariello” - recita un passo del post - che come un DEMENTE ripeti in ogni post, vista la tua posizione geografica di residenza, sicuramente saranno di tua conoscenza diretta ma non certo mia!!”.

Ahi-ahi-ahia. Esperto in consolidamento e Restauro delle Strutture Murarie, alias geometra, lei offende le forze dell’ordine e la magistratura. È grave. Sia più misurato. Pubblichiamo alla fine dell’articolo stralci delle ordinanze che la riguardano, “caro” Nicola Iovinella. Così una volte e per tutte vediamo chi mente e chi dice la verità. Anche a chiusura del suo commento Fb il geometra-portavoce usa toni pacati. “Consiglio al "legalitario di comodo e per difesa" e coglione conclamato che non sei altro, quando tu e chi ti passa le veline/notizie siete sotto effetto di sostanze stupefacenti tagliate male, non scrivete, perché “azzccat sul figur e merd”!!”. È un consiglio o un avvertimento in stile clan… online?

Mario De Michele

 

STRALCI DELL’ORDINANZA DI ARRESTO DI ANGELO BRANCACCIO

 

STRALCI DELL’ORDINANZA SULLA “GMC”,

LA MULTISERVIZI GESTITA DALL’IMPRENDITORE DEL CLAN SERGIO ORSI





Leggi anche:


Cerca in google

 

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information