Martedì 17 ottobre alle ore 10 in via Amerigo Vespucci nei locali del Loreto Mare, alla presenza dei vertici dell'ospedale, i sette consiglieri del Movimento 5 Stelle della Campania Michele Cammarano, Valeria Ciarambino, Luigi Cirillo, Tommaso Malerba, Maria Muscarà, Gennaro Saiello e Vincenzo Viglione consegneranno ufficialmente al pronto soccorso del Loreto Mare un ecografo e due concentratori di ossigeno acquistati grazie al taglio volontario dei loro stipendi e annunceranno altre iniziative per la sanità campana. "La Campania - dicono i consiglieri del M5s - è ultima in Italia per i livelli essenziali di assistenza, sono stati chiusi ospedali e reparti e in quelli che restano aperti spesso mancano strumenti diagnostici essenziali e a volte persino le attrezzature più semplici. Per questo abbiamo scelto di destinare parte dei soldi accantonati, frutto del taglio volontario dei nostri stipendi da consiglieri regionali, per acquistarle. Abbiamo voluto partire dal Loreto Mare, un ospedale di frontiera a servizio di quasi 1 milione di cittadini, di cui si è tanto parlato per gli episodi di corruzione e malasanità, mentre non si parla della grande professionalità di tanti medici e operatori sanitari costretti a lavorare con sacrificio e dedizione in condizioni di disagio e carenza di risorse. A questa iniziativa ne seguiranno altre per la sanità campana, che è il settore più drammaticamente carente della nostra regione. Non crediamo certo di poter risolvere i problemi della sanità col taglio dei nostri stipendi, ma vogliamo dare il nostro contributo e dimostrare coi fatti che crediamo nella sanità pubblica e che sulla sanità pubblica bisogna investire, non tagliare".





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information