“De Luca scrive al Presidente della Repubblica Mattarella? Scriveremo anche noi come Movimento 5 Stelle per chiedere al massimo garante della Costituzione che in Campania venga rispristinato e garantito il diritto alla salute sancito dall'art. 32 della Carta costituzionale. Se De Luca minimizza e riduce l’immagine choc delle formiche sulla paziente all’ospedale San Paolo a un episodio dovuto guerre interne ai reparti, allora davvero sospettiamo uno stato confusionale del presidente De Luca”. Lo dice Valeria Ciarambino, capogruppo del Movimento 5 stelle in Consiglio regionale della Campania che aggiunge: “Al presidente Mattarella avevamo già scritto a maggio 2016, in occasione della scandalosa legge sulle nomine in sanità voluta da De Luca, chiedendo il suo intervento”. “Allora esprimemmo il timore che quella legge avrebbe portato ai vertici della sanità persone incapaci di garantire un adeguato funzionamento dell'assistenza sanitaria - sottolinea Ciarambino - non si è trattato di una preveggenza, era evidente che le nomine effettuate da De Luca con totale arbitrio, sulla base della fedeltà politica e non del merito, avrebbero condotto la sanità campana nel baratro”. “Quello che sta accadendo in Campania purtroppo ci dà ragione delle nostre preoccupazioni - evidenzia - scriveremo nuovamente al presidente Mattarella perché intervenga autorevolmente”. “Vogliamo che venga nominato immediatamente un commissario ad acta di alto profilo, libero dagli squallidi giochi della politica - conclude Ciarambino - chi tratta il diritto alla salute come il teatro della sua smania di potere e come il più grande bacino di clientele deve stare fuori dalla sanità pubblica”.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information