Dopo l’ultimo consiglio comunale ad Aversa molte sono state le polemiche e gli scontri anche sui social. Roberto Romano, consigliere 5 Stelle all’opposizione nella città normanna, è intervenuto per commentare il completamente di Carmine Palmiero, presidente del civico consesso. “È inquietante che il Presidente del Consiglio Comunale , organo super partes e rappresentante di tutto il Consiglio Comunale di Aversa , si rivolga nei miei confronti in maniera maleducata e saccente ma ancora più grave è che lo faccia su un social mettendosi sotto i piedi il suo ruolo istituzionale. Sono al mio primo mandato consiliare ed a differenza di altri non ho la presunzione di dire che ho sempre ragione e quando intervengo nel civico consesso o a mezzo stampa lo faccio sempre con cognizione di causa”. E in effetti Palmiero ha assunto davvero un comportamento fuori luogo. Il consigliere d’opposizione scende poi nel merito della questione. “Veniamo al tema per cui ho ricevuto offese gratuite dal Presidente Palmiero, la convocazione del consiglio comunale del 13.02.2020 avente ad oggetto la richiesta di cambio di destinazione d’uso dell’immobile sito in via Fermi di proprietà della società G.S.M. L’art 49 del T.U.EE.LL al comma 1 recita ‘’su ogni deliberazione sottoposta alla giunta ed al consiglio comunale, che non sia mero atto di indirizzo deve essere richiesto il parere in ordine alla regolarità tecnica , del responsabile del servizio interessato …’’, quindi nel caso in cui non ci siano tali pareri l’istruttoria tecnica non è completa e l’argomento non potrebbe essere inscritto all’ordine del giorno da parte del Presidente del Consiglio. Nel Consiglio comunale del 13.02.2020 il Consigliere Santulli presentava una pregiudiziale che impediva la discussione del punto all’odg , sostenendo che con la nota integrativa(parere) del 10.02.2020 il dirigente Serpico non ha espresso alcuna valutazione in ordine alla sussistenza dei requisiti di ordine tecnico ad es se era sufficiente il pdc in deroga oppure se occorreva una variante al prg vigente. Quindi il parere dovrebbe essere monco e l’istruttoria tecnica incompleta (in questo caso l’approvazione della pregiudiziale è giusta).   A supporto del consigliere Santulli , il consigliere Scuotri sul suo profilo social oggi dichiara che la maggioranza consiliare ha posto una pregiudiziale legittima su una richiesta di cambio di destinazione d’uso presentata da un privato in quanto mancante dell'istruttoria tecnica”.

Problema di ordine tecnico quindi sulla base del quale il consigliere penta stellato indirizza delle domande. “Alla luce di quanto sopra mi sorge un dubbio L’istruttoria tecnica del dirigente è completa oppure no? Caro Presidente le pongo delle domande : un argomento può essere iscritto all’ordine del giorno se l’istruttoria tecnica è incompleta o addirittura manchi (Scuotri)? Se a seguito dell’iscrizione di un punto all’odg arriva una nota integrativa del dirigente dal quale si desume che l’istruttoria non è completa, il punto all’odg dovrebbe essere ritirato oppure no?”. L’intervento si chiude con la richiesta di un chiarimento certo. A questo punto mi auguro che al posto delle offese ricevute, che mai si sono verificate da nessun presidente del consiglio comunale precedente, lei sappia darmi una risposta certa, in alternativa lo chieda umilmente alla Segreteria Comunale.

Valentina Piermalese

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information