“Continuiamo a sostenere la carenza e l’inadeguatezza dell’amministrazione Guida. La città è in uno stato di abbandono”. Così ha esordito il capogruppo del Movimento 5 Stelle di Cesa, Raffaele Bencivenga, il giorno dopo la votazione per la mozione di sfiducia nei confronti del sindaco presentata e votata da tutta l’opposizione unita durante l’ultimo consiglio comunale. La mozione non è passata -la maggioranza era tutta dalla parte di Guida che si è astenuto- ma l’opposizione dei 5 Stelle non si ferma. Come vengono ribadite le critiche relative al modus operandi di Guida. Ieri mattina il primo cittadino ha pubblicato un post su Facebook dove dichiarava con tanto di foto di dati percentuali che le forze di opposizione hanno votato a favore a più della metà delle delibere in consiglio comunale. Netto è stato Bencivenga sull’uscita di Guida. “Avrebbe dovuto spiegare se le mozioni o le idee a base delle delibere erano provenienti dalle opposizioni o meno. Il giochetto delle percentuali non vale. Avrebbe dovuto specificarne gli oggetti. Ogni loro proposta ha visto sempre da parte nostra un’idea alternativa presentata. Mentre ogni qualvolta noi presentiamo un’idea o un progetto veniamo ignorati. È assurdo che per alcune questioni stiamo aspettando da più di un anno”. Tante sono poi le istanze presentate che ha ricordato Bencivenga a cui non c’è stato seguito da parte della maggioranza. “Trasporto pubblico locale, parcheggi rosa nelle vicinanze degli uffici servizi pubblici, baratto amministrativo, erogazione contributo economico per favorire l’adozione dei cani randagi, uso di fototrappole per contrastare l’abbandono dei rifiuti e così via. Siamo completamente inascoltati”. E ha aggiunto. “Senza dimenticare la proposta per intitolare l’aula consiliare a Gennaro De Angelis, nostro concittadino vittima della camorra, su cui non abbiamo ricevuto risposta o la nostra richiesta mai evasa di chiarimenti sui pannelli fotovoltaici”. Bencivenga sottolinea come il suo gruppo abbia sempre operato in maniera seria e critica nei confronti della maggioranza non ricevendo però lo stesso atteggiamento dall’altra parte. “Parlano di buoni propositi, a scadenza del mandato, ma ci dovevano pensare prima. Ormai è chiaro il loro fallimento nell’azione amministrativa”. L’azione del Movimento 5 Stelle cesano non si ferma. Oggi ci sarà una riunione organizzativa per definire i prossimi progetti futuri in vista delle prossime elezioni. Durante tale incontro si accoglieranno anche associazioni locali. Bencivenga ha quindi ribadito ciò che è stato proclamato ieri in consiglio comunale. “Oramai, riteniamo concluso ogni rapporto di natura politico-amministrativa tra amministrazione e comunità. Un rapporto logorato con la concreta impossibilità di programmare una linea comune e risposte alle esigenze reali. Le opere pubbliche da realizzare e messe in programma da quest’amministrazione, non sono mai partite per incapacità gestionale ed assenza di programmazione. Abbiamo tentato, invano, di dare un contributo con proposte serie e costruttive ma spesso l’arroganza divergenze e perplessità su alcune decisioni e prese di posizioni, non ci hanno permesso di ricondurre il tutto all’interno del normale dibattito politico”. Il giudizio di Bencivenga e del movimento rimane quindi “estremamente negativo”.

Valentina Piermalese

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information