"La prima sezione del Tar della Campania ha rigettato la richiesta di sospensiva avanzata da Enrico De Cristofaro. L'ex sindaco ne prenda atto e si rassegni. Anche il suo ultimo colpo di coda per consegnare la città ad un lungo commissariamento è andato a vuoto. A breve parleranno le urne e la sua bocciatura sarà totale". Lo dichiarano in una nota gli ex consiglieri comunali della città di Aversa Marco Villano, Elena Caterino, Alfonso Golia, Paolo Santulli, Francesco Sagliocco, Carmine Palmiero, Gianpaolo Dello Vicario, Nicla Virgilio e Maria Grazia Mazzoni.
I giudici amministrativi hanno ritenuto che non "sussiste il chiesto requisito della “estrema gravità ed urgenza, tale da non consentire neppure la dilazione fino alla data della Camera di consiglio” alla luce degli effetti ripristinatori dell’eventuale provvedimento favorevole che dovesse essere adottato nella sede collegiale". Questo è quanto si legge nel dispositivo.
“Abbiamo piena fiducia nei giudici amministrativi - affermano gli ex consiglieri - che si riuniranno nel merito il prossimo 6 marzo. La delega a Santulli, come certificato anche dalla Prefettura, è cristallina. Ora attendiamo lo scioglimento definitivo da parte del Ministero dell'interno e prepariamo l'alternativa".
"Tecnicismi a parte – concludono - quello che ci preme sottolineare è l'irresponsabilità del ricorso, fatto solo per paura delle urne perché per quanto continui a parlare di essere apparentato con la città, i cittadini gli hanno voltato le spalle stufi di una Aversa invivibile".

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information