Ricorderete, spero, l’articolo in cui raccontavo, citando Blade Runner, di aver visto ad Orta di Atella “cose che voi umani non potete neanche immaginare”. Caprette che fanno ciao a comandanti dei carabinieri facebookkini, ecc. Beh, quello che ho visto oggi è davvero inimmaginabile. Anch’io che ormai non mi scandalizzo più di fronte a nulla sono rimasto a bocca aperta per alcuni secondi. Ho strabuzzato gli occhi. Non ci potevo credere. Eppure è tutto vero. Da giorni i paparazzi di Campania Notizie danno la caccia al sindaco Andrea Villano. In un’occasione lo hanno ritratto in una raccapricciante foto di gruppo. In un’altra mi hanno segnalato un incontro segreto nella sua abitazione a Gaeta con Pasquale Ragozzino, promotore della lista Coraggio. L’apprezzato avvocato raggiunse il primo cittadino ortese via mare al timone del suo panfilo (ha la patente nautica).

Poca roba di fronte a ciò che ho visto oggi. Per sfuggire ai nostri fotografi, che lo hanno immortalato lo stesso ma solo di spalle, Villano ha escogitato un piano ingegnoso (non a caso è ingegnere). Nella giornata di ieri si è aggirato per una spiaggia di Gaeta travestito prima da Batman, poi da Flash (guarda le foto). Nei panni del protettore di Gotham City si è recato in un bar del lido per sorseggiare una bevanda dissetante. Stava quasi svenendo dal caldo. Il vestito da supereroe gli ha fatto versare litri di sudore. Ha patito anche per qualche piccola eruzione cutanea. La pelle non “respirava”. Nel timore, rivelatosi fondato, di essere comunque scovato dai paparazzi di Campania Notizie il sindaco di Orta ha mostrato un’astuzia fuori dal comune. Guardandosi attorno con aria circospetta è andato con la borsa da mare in uno spogliatoio della spiaggia. Ci è rimasto per un po’. Troppo. Strano. Ma poi è stato svelato l’arcano. Quando è uscito era vestito da Flash. I nostri fotoreporter anche in questo caso non hanno potuto fare di meglio che fotografarlo di spalle mentre percorreva una passerella della spiaggia dopo un tuffo in mare. Non è stato possibile fare un primo piano del viso. Villano era troppo attento a non essere osservato. Ma ha comunque commesso una leggerezza.

Si è diretto con passo veloce (era vestito da Flash) verso una zona più appartata e meno soleggiata. E lì abbiamo scoperto il fattaccio. Con un saluto e un sorriso ha abbracciato affettuosamente una persona travestita da Joker. Chi sarà mai?, si sono chiesti i nostri fotoreporter. Hanno atteso diversi minuti per individuarlo. Era Nicola Iovinella un “Saluto e un Sorriso”. Gli devo dare atto che il vestito di Joker gli calzava a pennello. Nei panni del “cattivo” il geometra fa un figurone. Motivo dell’incontro? Probabilmente la programmazione urbanistica dei prossimi mesi. Da quasi un mese Villano e Iovinella si incontrano, in borghese, un giorno sì e l’altro pure. E il tecnico si aggira mattina e sera tra gli uffici comunali spifferando che è il più stretto collaboratore del primo cittadino. Lo rappresenta, insomma. Il gatto (Villano) e la volpe (Iovinella) da tempo vanno sempre quasi perennemente a braccetto. Sia in pubblico, sia soprattutto in privato. Tra i due è scoppiato un feeling fortissimo. Ai limiti dell’attrazione fisica.

Al netto degli incontri segreti o meno tra il sindaco e il geometra quello che lascia di stucco è come mai il capo di un’amministrazione comunale che si propone come nuova e non compromessa con il passato abbia un rapporto così stretto con uno dei più autorevoli esponenti del “partito dei tecnici”. Lo stesso “partito” che tra il 2001 e il 2008 ha devastato il territorio. Ai tempi in cui Iovinella era il plenipotenziario dell’Utc ha rilasciato permessi di costruire a raffica tutti dichiarati nulli solo dopo le inchieste della magistratura. Il geometra che dice di “rappresentare” il sindaco Villano ha interpretato un ruolo di primissimo piano nella realizzazione di “Orta 2”. Un esempio? È stato proprio Iovinella a rilasciare la licenza che ha autorizzato la costruzione del Parco Oliteama su cui indaga anche la Dda di Napoli. Un complesso residenziale abusivo dalla testa ai piedi nato sulla base di una tangente di 300mila euro equamente divisa tra due tecnici ortesi, uno dei quali ricopre tuttora incarichi istituzionali. Egregio sindaco, sono d’accordo che per risolvere in tempi rapidi e in modo indolore i guai urbanistici di Orta servirebbero davvero i supereroi della Marvel, ma le consigliamo di affidarsi a tutti i tecnici del mondo fuorché al geometra Nicola Iovinella. Di disastri ne ha già fatti abbastanza.

In chiusura una notizia di cronaca. Nelle prossime ore Villano nominerà la giunta al completo. Il suo scroto è stato ritrovato dai sommozzatori tra i flutti del mare di Gaeta. Hanno lavorato incessantemente per giorni e giorni per individuarlo. Era piccolino. Quasi invisibile.

Mario De Michele

P.S. Un appello privato. Capuzzella perdonami. Non lo faccio più.

 





Leggi anche:


Cerca in google

 

300x250_wellness_new.gif

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information