Piedimonte Matese-Mensa scolastica:  si corre a tamponare  con un affidamento provvisorio tramite una manifestazione di interesse e con il criterio del sorteggio in presenza di più offerte.  Di  fronte alla prevedibile lunghezza della gara di durata biennale (oggi  nuova seduta presso la Stazione unica appaltante convenzionata con l’amministrazione matesina) l’amministrazione  comunale – a due mesi dall’inizio delle attività didattiche-  ha avviato l’iter per un’indagine di mercato (non vincolante per l’ente  pubblico) per l’affidamento della refezione per gli utenti delle scuole  comunali che applicano il tempo pieno. Prima tappa il 20 novembre con la scadenza  dei termini per la presentazione delle offerte ed i successivi adempimenti finalizzati all’aggiudicazione del servizio tanto utile per un pieno svolgimento delle attive formative e didattiche ( materne ed elementari). Gli uffici contano di iniziare sul piano operativo per il 24  novembre una volta  formalizzati gli atti di affidamento  ma è corsa contro il tempo per  dare funzionalità e manutenzione al centro di cottura con i relativi passaggi tramite gli uffici sanitari ma in caso di  mancato uso del centro di cottura centralizzata,  sarà possibile, senza altri oneri per le casse comunali utilizzare un centro con le relative attrezzature che garantisca un tempo di consegna  non superiore a 30 minuti. L’importo di questo servizio provvisorio è  stato stimato per  circa 38.000 euro salvo un importo   legato all’effettiva erogazione  dei buoni-pasto ( sima circa 10.500) .

Michele Martuscelli





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information