Il Comitato Genitori dell’Istituto comprensivo “Collecini-Giovanni XXIII” è nato con l’obiettivo di garantire la tutela dei diritti scolastici dei bambini ma soprattutto per scongiurare la chiusura del plesso di Ercole dell’istituto. "In questi mesi - spiegano - abbiamo avuto modo di incontrare sia il legale del costruttore Antonio Crispino, Claudio Ursomando, sia recentemente, grazie all’impegno del consigliere Giovanni Megna, il sindaco Carlo Marino a cui è stata consegnata una petizione, sottoscritta dai genitori degli alunni dell’istituto per chiedere, sostanzialmente, un impegno forte affinché le autorità civili possano impegnarsi a chiarire quali sono state le procedure che hanno riportato la struttura di via San Francesco nella disponibilità del privato e a fare il possibile per salvare la scuola, non per esigenze ‘personali’ dei genitori, ma per garantire una vita ordinaria ad una frazione, Ercole, che alla chiusura della scuola (dopo la chiusura della Posta) resterà una frazione di mero passaggio automobilistico. La vicenda resta, per noi genitori, ancora oscura visto che nessuno è stato in grado di chiarire alcunché. L’avvocato Ursomando ha ribadito che la proprietà è di Crispino il quale, però, non ha mai avuto un contratto d’affitto stipulato con il Comune. I genitori del comitato ci tengono a sottolineare che, pur ringraziando l’amministrazione per la soluzione alternativa proposta, il problema non è tanto quello della collocazione dei bambini. Se la scuola di Ercole chiuderà non ci sarà bisogno di trasferire in blocco i 36 alunni visto che ogni genitore, a quel punto, trasferirà il proprio figlio nella scuola più comoda alle proprie esigenze quotidiane, che si tratti di plessi a Casagiove o nel capoluogo. Quello che il comitato genitori auspicava era un vero interessamento per fare chiarezza e valutare i margini legali e amministrativi per ripristinare la precedente situazione, obiettivi che oggi paiono difficilmente raggiungibili. Non tocca al comitato genitori promuovere cause o inserirsi in vicende giudiziarie, se queste ci saranno, tra l’amministrazione e la proprietà. Non sapendo come fare ci appelliamo direttamente al costruttore Antonio Crispino, l’unico con cui non abbiamo direttamente interloquito, affinché possa incontrarci e spiegare anche il suo punto di vista, magari documenti alla mano".





Leggi anche:


Cerca in google

 

 

stoccata.jpg

300x250_wellness_new.gif

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information