Un enorme e improvviso balzo ha fatto schizzare a 30 i casi di Coronavirus a Sant’Anastasia. Il forte aumento è dovuto ai risultati dei tamponi effettuati in una casa di riposo. Sono 70 su 107 quelli già elaborati all’ospedale di Nola e hanno accertano che 9 degenti e 14 dipendenti della struttura sono contagiati dal virus Covid-19. Positivo anche un medico curante. Ventiquattro in tutto e sono lavoratori che arrivano da Somma Vesuviana, Ottaviano, San Giuseppe Vesuviano, Cicciano, Pollena Trocchia, Acerra, Volla. La notizia è giunta ieri, giorno in cui alla residenza anziani si è verificato un altro decesso, il settimo in poco più di due settimane, verso mezzanotte. Intanto il Santuario, pur con l’esito negativo dei tamponi per il priore e dei confratelli, resta per ora chiuso e, seguendo le linee guida dell’Asl, tutti i positivi sono stati isolati ognuno in una stanza singola di cui la struttura di via padre Raimondo Sorrentino dispone.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information