Un immigrato di nazionalità ucraina, di 35 anni e senza fissa dimora, si è presentato nell'Ufficio Immigrazione della Questura di Napoli per chiedere asilo politico portando sulle spalle uno zaino contenente una bomba da fucile anticarro, di produzione italiana ad uso esercitazione militare, priva di cartuccia di lancio e carica esplosiva e, pertanto, assolutamente inoffensiva. L'uomo è stato subito fermato dagli agenti. Ad insospettire i poliziotti è stato il fatto che l'uomo stesse scattando delle foto all'interno degli uffici: la scoperta della bomba - 'disarmata' - è stata fatta quando il 35enne è stato sottoposto a perquisizione. La Digos ha eseguito degli accertamenti sull'uomo che è risultato irregolare sul territorio nazionale è già destinatario di due provvedimenti di espulsione. Non risultano precedenti penali a suo carico. Il Questore di Napoli, attraverso una nota, esclude "assolutamente qualsiasi collegamento di matrice eversiva o terroristica". Si valuterà la tenuta del profilo psicologico dell'uomo. (





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information