É stato inaugurato, stamattina, il nuovo Pronto Soccorso del San Giuliano, l'ospedale di Giugliano in Campania, e presentata la campagna per lo screening "#selfiecare". Alla cerimonia del taglio del nastro hanno partecipato il presidente della Giunta Regionale della Campania, Vincenzo De Luca, il direttore generale dell'ASL Antonio d'Amore e il sindaco di Giugliano in Campania, Antonio Poziello. La nuova struttura è organizzata in base al modello triage: ciascun paziente all'arrivo in Pronto Soccorso viene valutato in base alle proprie condizioni e gli viene assegnato un codice di priorità (rosso, giallo, verde, bianco). Inoltre, la nuova emergency del San Giuliano è anche dotata di quattro posti letto di OBI (Osservazione Breve Intensiva), grazie ai quali sarà possibile monitorare per 24 ore lo stato di salute dei pazienti prima di deciderne o meno il ricovero. La sala OBI è monitorata da remoto, così da permettere ai sanitari presenti di impegnarsi anche in altre aree del Pronto Soccorso. L'attivazione della nuova struttura avviene con oltre un anno e mezzo di ritardo rispetto a quanto era stato previsto inizialmente. Lo scorso novembre, all'atto dell'insediamento dell'allora Commissario d'Amore, i lavori erano stati sospesi e non era stato ancora dato il via alle gare per l'acquisto degli arredi e delle tecnologie. A margine dell'inaugurazione del nuovo Pronto Soccorso, l'Azienda Sanitaria ha presentato la campagna #selfiecare per la promozione dello screening. Il Presidente De Luca si è prestato quale testimonial di eccezione della campagna, utilizzando una delle cornici pensate per #selfiecare per scattare un selfie. Per orientare i cittadini ad aderire agli screening occorre far diventare una "moda" l'esame diagnostico, è stato sottolineato. I cittadini che aderiranno alle iniziative di screening troveranno nelle sedi dell'ASL delle "cornici" personalizzate col tema della campagna di sensibilizzazione. Ciascun paziente potrà utilizzare queste cornici per scattare un "selfie" e pubblicarlo sui social network. In questo modo, i cittadini diventeranno testimonial della campagna presso i propri conoscenti.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information