Qualche giorno fa una donna residente a Battipaglia ha somministrato al figlio di 50 giorni il metadone perché il piccolo aveva problemi di respirazione. Peggiorando poi le condizioni del neonato la donna, in extremis, di notte, lo aveva portato al pronto soccorso dell'ospedale Santa Maria della Speranza. Il piccolo era stato ricoverato in prognosi riservata. Informata la polizia del commissariato diretto dal vicequestore Lorena Cicciotti indaga sull’accaduto.

Nei giorni scorsi il piccolo è stato ancora male, aveva febbre molto alta probabilmente a causa di un'infezione. Denunciata la madre per somministrazione di metadone e lesioni gravi qualche sera fa si è barricata in ospedale per vedere il bambino sostenendo che altrimenti si sarebbe tolta la vita. Attimi di tensione al Santa Maria della Speranza tanto che i sanitari sono stati costretti ad allertare la polizia.

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information