Quattro persone ritenute esponenti dei clan 'Ricci' e 'Mariano' di Napoli sono state arrestate dai carabinieri a Roma e a Formia. Si tratta di Enrico Ricci e di suo figlio Gennaro; di Mario Savio, ergastolano, e di suo figlio Pietro.

I quattro, accusati di estorsione aggravata da finalita' camorristiche, sono stati raggiunti da un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Napoli su richiesta della locale Direzione distrettuale antimafia. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri erano state compiute alcune estorsioni. ''Il provvedimento riveste particolare rilievo - si legge in una nota della procura della Repubblica di Napoli - in ragione del fatto che Savio Mario si era creato, nei confronti dell'opinione pubblica, un'immagine distonica rispetto al suo passato, costruendo la figura del camorrista redento, attraverso la pubblicazione di un libro, la presenza ad una trasmissione televisiva e la partecipazione all'inaugurazione della sede di un'associazione finalizzata al recupero dei giovani a rischio dei quartieri Spagnoli''.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information