NAPOLI - Protesta dei disoccupati appartenenti alla sigla dei Bros, alla commemorazione ai caduti delle Quattro giornate di Napoli: hanno urlato 'ladri ladri e lavoro lavoro' durante il silenzio d'ordinanza suonato dalla fanfara dei Carabinieri.

I pochi senza lavoro, non hanno però impedito comunque di commemorare i caduti e ricordare il sacrifico dei napoletani simbolo della reazione al nazifascismo ed all'accesso delle forze alleate in città. La giornata è iniziata con la deposizione della corona di fiori al mausoleo di Posillipo, poi in piazza Bovio ed alla fine in piazza Salvo d'Acquisto il carabiniere simbolo della resistenza. Erano presenti il prefetto, Andrea de Martino, il console Usa, Moore e le massime autorità politiche e militari.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information