Saranno ricevute alle 12.00 presso l'unita' di crisi della Farnesina la moglie e la sorella di Giuseppe Lubrano Lavadera, comandante della Savina Caylin, sequestrata l'8 febbraio al largo delle coste somale. ''Il silenzio delle autorita' italiane che e' calato sulla vicenda e' preoccupante - ha sottolineato Rachele Lubrano Lavadera,

sorella del comandante Lubrano - Stamattina saremo ricevute dall'unita' di crisi io e mia cognata su nostra richiesta, perche' non ci hanno detto piu' niente sugli sviluppi della questione, e questo silenzio non ci piace''.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information