E' giunta ieri sera nella rada del porto di Napoli e questa mattina e' gia al lavoro al largo dell'isola d'Ischia la nave della Marina Militare ''Rimini'' che cerchera' di localizzare il peschereccio 'Giovanni Padre' affondato in seguito alla collisione con la ''JollyGrigio' a poche miglia dalla costa dell'isola d'Ischia: una collisione in seguito alla quale due uomini risultano dispersi.

Il cacciamine ''Rimini'' e' comandato dal tenente di vascello Pietro Tulumiello con 51 uomini di equipaggio. Costruito nel 1996 e lungo 52 metri il cacciamine e' dotato di sofisticate apparecchiature elettroacustiche per l'esplorazione dei fondali per la ricerca di oggetti sommersi. Seguira' in giornata l'arrivo dell'altra nave di salvataggio ''Anteo'', della Marina Militare, dotato di robot e minisommergibile. E' anche cosi' che si cerchera' di procedere alla localizzazione dei corpi dei marinai Vincenzo e Alfonso Guida, padre e figlio, di Ercolano (Napoli) vittime dell'incidente.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information