Errore
Pin It

Ancora non si placa il flusso di contagi da Coronavirus nel Napoletano. A Casoria sono stati registrati 7 nuovi casi positivi al Covid-19. A comunicarlo è stato il sindaco Raffaele Bene con un video messaggio su facebook (clicca qui) con un nuovo appello a restare a casa e rispettare le misure anti contagio: “Sette nuovi contagi a Casoria. Siamo operativi dalle prime ore dell'alba per gestire la situazione, come previsto sta arrivando il preannunciato picco nella Regione Campania. Siamo a 19 casi accertati. Vi prego, continuate a stare a casa e a rispettare le regole”.

Come per Pozzuoli, altri quattro casi sono stati registrati a Qualiano. A darne notizia il sindaco Raffaele De Leonardis, anche lui attraverso un video messaggio (clicca qui): “I tamponi sono stati effettuati nei giorni 25 e 26 marzo, ieri sera sono arrivati gli esiti e stamattina mi sono stati comunicati. Due dei nuovi casi fanno parte del nucleo familiare relativi al ‘positivo 2’. Quindi attualmente nello stesso nucleo familiare sono presenti tre positivi. Un altro è risultato positivo dopo che tutta la famiglia è stata sottoposta ai tamponi perché uno dei componenti del nucleo lavorava presso una casa di cura di Napoli. Un altro è un congiunto di un professionista già in quarantena dal 3 di marzo”.

Oltre ai nuovi contagiati continuano ad aumentare anche le vittime, l’ultima di cui si è appreso è di Cardito e come da prassi a renderlo noto è stato il primo cittadino Giuseppe Cirillo: “La giornata si apre con una terribile notizia, l’Asl mi ha appena comunicato che un tampone effettuato post mortem ad un nostro concittadino è risultato positivo al Coronavirus. La famiglia della persona deceduta è stata posta in isolamento. Questo lutto ci rattrista e ci fa scontrare con la drammaticità della situazione che il Paese sta vivendo. Ai familiari vanno le nostre più sentite condoglianze e l'abbraccio forte di tutta la comunità di Cardito. Vi chiedo di ridurre al minimo gli spostamenti e dobbiamo contribuire tutti a limitare il diffondersi del contagio”.

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information