Una commerciante 44enne di Palma Campania è stata denunciata dai carabinieri della stazione di Carbonara di Nola e del nucleo ispettorato del lavoro di Napoli per gestione di rifiuti non autorizzata e cambio di destinazione d’uso di un locale in assenza di autorizzazione. Nel seminterrato della propria attività, in cui si producono accessori per l’abbigliamento (bottoni, cerniere, spille), la donna aveva realizzato un laboratorio abusivo per realizzare ciò che vende. Lì dentro inoltre venivano utilizzate vernici per la tinteggiatura degli accessori ma il laboratorio era totalmente abusivo e senza sistemi per l’aspirazione dei fumi. Sono state riscontrate violazioni sia amministrative che penali per inosservanza delle norme di sicurezza nei luoghi di lavoro, emissione di sostanze in atmosfera senza autorizzazione e immissione in fognature di acque reflue industriali. I carabinieri hanno comminato sanzioni per più di 38mila euro, sospeso l’attività e sottoposto a sequestro il locale.

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information