Ancora un video agghiacciante, comparso in rete che mostra la decapitazione del terzo ostaggio in mano ai terroristi dell'Isis, come monito per l'Occidente. Per la terza volta in meno di un mese, lo Stato Islamico in Iraq e nel Levante torna a diffondere attraverso il web il terrore e l'orrore: in video postato su internet, ha mostrato una nuova decapitazione, quella dell'ostaggio britannico David Cawthorne Haines, che era scomparso in Siria circa un anno fa.

Si tratta di un filmato di due minuti e 27 secondi intitolato "Messaggio agli alleati dell'America". E' diretto al premier britannico David Cameron, ma rappresenta anche una implicita risposta all'offensiva anti-Isis lanciata dal presidente americano Barack Obama, che prevede una vasta campagna di raid aerei in Iraq e anche in Siria, e la creazione di una coalizione internazionale formata a vario livello da decine di Paesi. In una prima reazione, il premier britannico ha replicato affermando che si tratta di "un omicidio ignobile, rivoltante". "Faremo tutto ciò che è in nostro potere per dare la caccia agli assassini", ha garantito. Successivamente, in conferenza stampa Cameron ha dichiarato che i jihadisti dell'Isis che hanno ucciso Haines ''non sono musulmani ma mostri'' e poi ha ribadito: ''daremo la caccia ai responsabili dell'assassinio di David Haines, non importa quanto tempo servirà''. Il Paese è "disgustato" dal fatto che un britannico fra le file dell'Isis possa aver compiuto lo "spregevole" assassinio di David Haines. La Gran Bretagna è pronta a prendere "ogni misura necessaria" per aiutare lo sforzo internazionale per distruggere gli estremisti dell'Isis, ha aggiunto il premier.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information