Ha rotto gli indugi il presidente americano Barack Obama e nella conferenza di ieri ha dichiarato: "Li colpiremo ovunque. Li distruggeremo. Non c'è alcun paradiso sicuro per chi minaccia l'America": mancano poche ore al tragico anniversario degli attentati dell'11 settembre 2001, e Barack Obama parla in tv alla nazione per spiegare la necessità di lanciare una nuova offensiva militare contro il terrorismo islamico.

Quello degli jihadisti dell'Isis che avanza in Iraq e Siria, e che rischia di diventare un pericolo serio anche per l'Occidente. "Piccoli gruppi di assassini possono fare gravi danni. Per questo dobbiamo rimanere vigili", spiega il presidente americano in quello che in molti considerano come il discorso più delicato della sua presidenza.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information