E’ ancora alta la tensione e l’indignazione di Marcello Damiano che, da consigliere del Parco Nettuno all’interno del complesso residenziale nella zona della Us Navy, attacca duramente la maggioranza uscente nelle persone di Vincenzo Santagata e Vittorio Lettieri.
Gli interrogativi del Damiano, a quasi un mese dall’inizio della sua battaglia personale e cittadina rispetto al degrado e all’incompiutezza dei lavori del complesso Nato, sono ancora tantissimi. “Quest’oggi voglio che mi arrivino delle risposte, chiare e precise, dai rappresentanti dell’amministrazione uscente – dice Marcello Damiano rivolgendosi a Vincenzo Santagata e Vittorio Lettieri – Perché, a seguito del vostro insediamento al Comune e dopo aver vagliato lo stato patrimoniale della macchina amministrativa, non vi siete adoperati con una messa in mora o un decreto ingiuntivo nei confronti dei Coppola – Mirabella che hanno un debito di 7 milioni di euro nei confronti della nostra amministrazione? Perché niente è stato fatto per recuperare quei soldi o almeno una parte di essi?”. Poi, rivolgendosi all’ingegnere Giovanni Spezzaferri, autore dell’impianto fognario della zona, Marcello Damiano incalza: “Oltre a vendere a noi cittadini case fatte di carta che cadono a pezzi, Spezzaferri ha creato un sistema fognario indecoroso ed indecente. Voi pensate che ce ne laviamo le mani? Io vi denuncio dal primo all’ultimo affinché voi lì dietro non possiate più metterci piede”. E chissà che un giorno non arrivi il mea culpa e non si cominci a rimediare, seriamente e fattivamente, al danno arrecato ricostruendo o sistemando ciò che al momento pare fare acqua da tutte le parti.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information