Sono scesi per le strade i nuovi gricignanesi, i residenti della zona Nato, che da settimane sono in protesta contro l’amministrazione locale per la deficitaria situazione ambientale ed urbanistica in cui versa da anni il paese. Ad accendere i riflettori su quella zona residenziale completamente dimenticata dal comune anche la troupe del tgR, con l'inviato Pasquale Piscitelli, che hanno documentato i disservizi lamentati dai cittadini.
Portavoce del generale malcontento è Marcello Damiano che ha manifestato, assieme ad un gruppo nutrito di residenti nella zona interessata, ancora una volta le mancanze mai ottemperate: “Che fine ha fatto la piscina? Dov’è la chiesa? Dove l’area giochi? E il parco commerciale? Dov’è quella tutela dell’ambiente, il potenziamento della raccolta differenza e l’apertura di un’isola ecologica tanto proclamate in campagna elettorale? Perché le nostre strade, di cittadini che pagano le tasse, non sono pulite? Perché l’illuminazione è attaccata sui nostri condomini? Perché non è stata sbloccata l’assicurazione di 5 milioni di euro, scaduta già nel 2015, per il completamento delle opere non ultimate? Dove è finita la programmazione dei futuri insediamenti industriali dibattuti nelle piazze in occasione dell’acquisizione di un voto?”
La protesta e il dissenso campeggiano da giorni sui media e sui social ma a questi interrogativi ancora non è stata data una risposta.

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information