Nel pomeriggio di ieri la Polizia di Stato di Caserta ha tratto in arresto, in Marcianise, il cittadino albanese Kozi IlBer, di anni 27, in quanto colpito dall’ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso lo scorso 10 aprile, dalla Procura della Repubblica di S. Maria C.V. – Ufficio Esecuzioni Penali –, per l’espiazione della pena di un anno, nove mesi e sette giorni di reclusione, poiché responsabile dei reati di rapina aggravata e lesioni personali aggravate. L’arrestato, latitante dal 24 maggio, è stato bloccato all’interno dell’ospedale civile di Marcianise dove si era recato per fare visita alla compagna, sua connazionale, che nella mattinata di ieri aveva partorito. I fatti che hanno originato il provvedimento risalgono all’aprile del 2012, quando, in Vitulazio , unitamente a due complici, il ventottenne Xheli Xhelil ed il venticinquenne   Daci Lulzim, l'uomo si intrufolò all’interno dell’abitazione di un agente di polizia, forzando la porta d’ingresso. Nonostante l’intervento del proprietario di casa, che svegliatosi per i rumori, cercò di bloccare i rapinatori, questi ultimi riuscirono a darsi alla fuga portando via denaro contante ed alcuni oggetti in oro. Dopo le formalità di rito, il KOZI è stato condotto presso il carcere di S. Maria C.V.





Leggi anche:


Cerca in google

 

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information