Oltre 2000 studenti di numerose scuole di Caserta e provincia hanno manifestato questa mattina davanti alla sede della Provincia con un sit-in di protesta contro il "degrado strutturale delle scuole". Il problema dell'edilizia scolastica negli ultimi mesi si è aggravato a causa della mancanza di fondi per i necessari interventi da parte della Provincia, che ha dichiarato il dissesto finanziario; tra l'altro l'Ente vive anche una complicata situazione gestionale dopo le dimissioni rassegnate dall'ex presidente Angelo Di Costanzo in seguito all'arresto subito il 13 settembre scorso per fatti di corruzione avvenuti quando era sindaco di Alvignano. Gli studenti hanno esposto striscioni anche contro il premier Renzi ("Renzi caccia i fondi") che domani è atteso a Caserta per un'iniziativa per il "Sì" al Referendum costituzionale del 4 dicembre prossimo. Tra i manifestanti c'è anche qualche professore, come Corrado Santamaria del Liceo Segre di San Cipriano d'Aversa. "La situazione strutturale nelle scuole è drammatica - spiega - la mancanza di fondi rende tutto più difficile; molti istituti non sono in grado neanche di far fronte alle bollette per l'energia elettrica, e c'è il pericolo che entro breve venga staccata la corrente".





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information