I lavori per la nuova rete fognaria di Lusciano finiscono nel mirino della magistratura. Nei giorni scorsi è stta chiesta una proroga delle indagini che vedono coinvolto anche l'attuale sindaco Nicola Esposito. La procura di Napoli Nord procede per turbativa d'asta, falso ideologico e truffa aggravata. Tre gli indagati ci sono l'attuale assessore ai Lavori Pubblici, Nicola Grimaldi e l'ex assessore ad Aversa Ninì Migliaccio, Anastasia Russo di Casalnuovo ex responsabile dell'Ufficio tecnico comunale, Nicola Costanze, dipendente dell'ufficio, il responsabile dei lavori pubbliciEduardo Cotugno, Giocacchino Gabriele dipendente dell'ufficio tecnico, l'ingegnere nominato come tecnico estemo Luigi Santagata, Salvatore Nicchiniello, Antonio Buonanno, Ettore Bruno Carmela Mascólo.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information