Si chiariscono i contorni del gravissimo episodio di violenza (leggi l'editoriale) avvenuto ieri sera prima dell’inizio del comizio del candidato sindaco Antonello Velardi e che ha visto coinvolto Antonio Brillantino che avrebbe colpito con un pugno al volto il 42enne Vincenzo Pugliese. Il tutto sarebbe iniziato nel pomeriggio proprio nel rione 167 dove in serata si è poi tenuto un comizio, dove pare si sia stato un alterco verbale fra Velardi ed un sostenitore di Abbate, al quale avrebbe assistito anche Pugliese che avrebbe fatto da paciere. Approssimandosi l’orario di inizio del comizio quest’ultimo avrebbe chiesto di poter salire sul palco per illustrare alla cittadinanza l’accaduto, ma alcuni componenti dello staff di Velardi avrebbero espresso il proprio diniego. In un primo momento la situazione è apparsa estremamente calma, tanto che, seppure presenti, gli uomini del locale comando di polizia municipale non sono intervenuti. All’improvviso però la situazione è degenerata con Brillantino che avrebbe colpito violentemente al volto il 42enne che si è dovuto recare in ospedale dove i medici gli hanno applicato sette punti di sutura al volto con una prognosi di 7 giorni. Subito dopo la vittima dell’aggressione si è recata presso il locale commissariato di Polizia dove dopo aver reso sommarie informazioni ha sporto anche formale querela. E proprio negli uffici di polizia Pugliese ha riconosciuto ed identificato Brillantino quale suo aggressore.

Francesco Paolo Legnante

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information