Era stato deferito in stato di libertà qualche giorno fa perché ritenuto responsabile del reato di evasione. Per il trentenne di origini beneventane quella passeggiata è costata cara: ristretto agli arresti domiciliari in Roccabascerana, aveva deciso di estendere arbitrariamente il beneficio concessogli. Ma non aveva fatto i conti con la pattuglia della locale Stazione impegnata in un servizio perlustrativo, nell’ambito della capillare attività di controllo del territorio che il Comando Provinciale Carabinieri di Avellino quotidianamente dispiega al fine di garantire sicurezza e rispetto della legalità. I militari, riconoscendolo, prontamente procedevano a sottoporlo a controllo ed a condurlo in Caserma e dopo i rituali accertamenti, veniva tradotto nuovamente presso il proprio domicilio. La puntuale refertazione all’Autorità Giudiziaria di quanto rilevato, compiuta dai militari della Stazione di Roccabascerana, ha fatto scattare la revoca del beneficio della detenzione domiciliare: successivamente alle formalità di rito svolte in Caserma, per il trentenne si sono aperte le porte della Casa Circondariale di Bellizzi Irpino.





Leggi anche:


Cerca in google

 

 

stoccata.jpg

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information