Aveva trasformato il suo locale in una vera e propria piazza di spaccio: per questo un 42enne di Atripalda (Avellino) è stato arrestato dagli agenti della squadra Mobile del capoluogo irpino. Gli aganti, dopo una serie di appostamenti e controlli a distanza, hanno fatto irruzione nel negozio che vendeva prodotti tipici della cucina turca sequestrando 161 grammi di hashish e 20 di cocaina, già confezionati in singole dosi, e 19 mila euro in contanti, provenienti dalla fiorente attività di spaccio. Il 42enne, che è stato trasferito nel carcere avellinese di Bellizzi, ha precedenti penali per violenza, danneggiamento, possesso di armi ed estorsione. Disposta anche la chiusura del locale per la durata di 30 giorni. L'operazione rientra nel progetto "Pusher" predisposto dal Ministero dell'Interno su tutto il territorio nazionale per arginare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti e mettere in rete il patrimonio investigativo per avviare ulteriori e approfondite indagini. In questo ambito, la Questura di Avellino ha disposto servizi che negli ultimi giorni hanno portato alla identificazione di 228 persone e alla denuncia di altre 8 per possesso e assunzione di sostanze stupefacenti.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information