Omissione di atti di ufficio e omessa bonifica: il sindaco di Calitri , Michele Di Maio, e due suoi predecessori, Antonio Rubinetti e Giuseppe Di Milia, sono stati raggiunti da un avviso di garanzia, ed iscritti nel registro degli indagati, per non aver rimosso e smaltito i rifiuti speciali abbandonati in una azienda che produceva acido citrico nell'area industriale, in località Isca-Ficocchia. Tra gli indagati, figura anche il responsabile dell'Ufficio tecnico comunale. Secondo le indagini dei carabinieri, coordinate dalla Procura di Avellino e supportate da accurate consulenze tecniche, gli amministratori succedutisi nell'arco degli ultimi 12 anni, hanno omesso di intervenire per bonificare la Palcitric, azienda dichiarata fallita nel 2002, e da allora inattiva.





Leggi anche:


Cerca in google

 

 

stoccata.jpg

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information