Non cala l’attenzione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino, quotidianamente impegnati nell’ambito della capillare attività di controllo del territorio finalizzata a garantire sicurezza e rispetto della legalità. I Carabinieri della Compagnia di Baiano, hanno deferito alla competente Autorità Giudiziaria un 26enne romeno, ai sensi dell’art. 4 della legge 18 aprile 1975, n. 110. Nello specifico, in Quindici, durante un normale controllo alla circolazione stradale, i militari della Stazione di Lauro procedevano al controllo dell’autovettura condotta dal giovane e, avendo notato un atteggiamento sospetto ed immotivatamente agitato, decidevano di approfondire l’accertamento. I dubbi trovavano conferma all’esito della perquisizione personale: infatti, all’esito dell’attività venivano rinvenuti due coltelli a serramanico, entrambi della lunghezza di 20 centimetri che lo stesso occultava nella tasca del pantalone. Ravvisando profili di illiceità nella situazione riscontrata, il giovane straniero è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo, in quanto ritenuto responsabile del reato di porto ingiustificato di armi od oggetti atti ad offendere. I due coltelli sono stati sottoposti a sequestro.





Leggi anche:


Cerca in google

 

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information