I Carabinieri della Compagnia di Montella hanno denunciato alla competente Autorità Giudiziaria due pregiudicati ritenuti responsabili del reato di porto abusivo di armi e oggetti atti ad offendere. In particolare, in Montemarano, nell’ambito dei controlli del territorio disposti dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino, i militari della locale Stazione notavano un’auto aggirarsi con fare sospetto tra le contrade di Montemarano. Procedevano quindi al controllo: a bordo un 50enne di Santo Stefano del Sole ed un 40enne di origine marocchina, da tempo residente nel capoluogo irpino. Dai rituali accertamenti emergevano a loro carico svariati precedenti di polizia. L’apparente ed inspiegato nervosismo dei due uomini fermati induceva i Carabinieri ad approfondire il controllo. E la successiva perquisizione che decidevano senza indugio di eseguire confermava i sospetti: infatti, occultato all’interno del bagagliaio veniva rinvenuto un machete di grosse dimensioni e ben affilato. I militari operanti, ai quali non veniva fornita alcuna valida giustificazione in relazione all’arma bianca rinvenuta, ravvisando pertanto profili di illiceità nella situazione riscontrata, provvedevano a deferire i due pregiudicati in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo, ai sensi dell’art. 4 della legge n. 110/1975. Il machete è stato sottoposto a sequestro.

 

 





Leggi anche:


Cerca in google

 

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information