Litiga con la vicina e da del cibo avvelenato al bastardino che la donna amorevolmente curava. Ma i carabinieiri ricostruiscono la vicenda e denunciano la donna che si è vendicata colpendo l'incolpevole animale. Un lontano dissapore tra due vicine di casa alla base della morte di un bastardino che era la compagnia di una donna di Pratola Serra. Una donna 37enne del luogo è ritenuta responsabile del reato di uccisione di animali. Le indagini eseguite dai carabinieri di Mirabella Eclano diretti dal capitano Leonardo Madaro, hanno consentito di accertare le responsabilità della donna. Avrebbe avvelenato il meticcio regolarmente microcippato, somministrando di nascosto del cibo contenente una sostanza letale. Una decisione I motivi di tale gesto sono riconducibili a vecchi dissapori tra la denunciata e la proprietaria del cane, sua vicina.

 

 





Leggi anche:


Cerca in google

 

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information