Nella mattinata odierna i Carabinieri della Compagnia di Ariano Irpino, a conclusione delle indagini svolte a seguito di un’aggressione perpetrata due settimane fa ai danni di un 24enne, hanno eseguito un’ordinanza applicativa della misura cautelare della custodia in carcere emessa dal GIP presso il Tribunale di Benevento, su richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti di un 21enne, entrambi di Ariano Irpino. L’accurata e particolareggiata attività investigativa espletata dal Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Ariano Irpino ha consentito di raccogliere tutti gli elementi necessari per individuare il responsabile dell’evento delittuoso. La sera del 9 marzo la vittima, mentre si trovava presso la sua abitazione in Ariano Irpino, riceveva una telefonata dall’aggressore, un ragazzo da lui conosciuto, che lo invitava a scendere da casa per scambiare quattro chiacchiere nell’atrio del portone. Era una trappola. Il 21enne, infatti, animato dal desiderio di vendetta per una vicenda sentimentale che li aveva visti rivali, aveva pianificato il tutto: la vittima, giunta nell’atrio del palazzo, veniva proditoriamente colpita con violenti pugni dall’aggressore che, per causare il danno maggiore possibile, aveva avvolto il cinturino metallico dell’orologio intorno al pugno. Il malcapitato riusciva fortunatamente a divincolarsi e raggiungere la propria abitazione evitando conseguenze ben più grave. Trasportato presso il Pronto Soccorso dell’ospedale arianese al giovane venivano riscontrate fratture allo zigomo ed all’orbita oculare nonché traumi in più parti del corpo. Per le gravi lesioni riportate si rendeva necessario un delicato intervento di chirurgia maxillo facciale.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information