I Carabinieri della Compagnia di Baiano ed in particolare i militari della Stazione di Quindici, durante i predisposti servizi di controllo del territorio, nel corso della nottata si sono accorti che la catena che mantiene chiuso il cancello d’ingresso dell’ abitazione confiscata negli anni addietro ad Antonio Cava, elemento di spicco dell’ omonimo clan, era stata spezzata. I malfattori hanno anche forzato una portafinestra che permette l’accesso ai locali dello stabile. Da una prima verifica risulta che nessuno oggetto sia stato asportato e che si sia trattato soltanto di un gesto vandalico. Sono in corso le indagini da parte dei carabinieri al fine di risalire all’identità degli autori del gesto criminale.


 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information