Nel quadro dell'impegno del presidente del consiglio Enrico Letta, e del governo italiano per la definizione di una politica europea in favore dell'occupazione, specialmente di quella giovanile, il 14 giugno si incontreranno a Roma i ministri dell'Economia e del Lavoro di Italia, Francia, Germania e Spagna. Lo rende noto Palazzo Chigi.

Il vertice sarà aperto da una colazione di lavoro con Enrico Letta. Tale appuntamento, spiega in una nota Palazzo Chigi, il primo di questo tipo, vuole essere l'occasione per uno scambio di opinioni e per un coordinamento in vista dei prossimi impegni internazionali: il Consiglio europeo del 27-28 giugno, nella cui agenda alta priorità è stata attribuita proprio al tema della crisi occupazionale, l'evento di Berlino del 3 luglio e la riunione ministeriale del G20 a Mosca di metà luglio. Il confronto tra i ministri economici e del lavoro dei quattro principali paesi dell'Eurozona, proposto dal ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Enrico Giovannini nel corso degli incontri tenuti a Parigi la scorsa settimana, nasce dal riconoscimento che un rapido miglioramento del mercato del lavoro è condizione indispensabile per rilanciare la crescita dell'economia europea. Di conseguenza, anche in vista delle decisioni che assumerà il prossimo Consiglio europeo, i ministri discuteranno di come rafforzare il coordinamento tra politiche finanziarie e del lavoro, a livello nazionale e di Unione europea, per realizzare al meglio la lotta alla disoccupazione, soprattutto quella giovanile. All'appuntamento di Roma con i ministri Enrico Giovannini e Fabrizio Saccomanni parteciperanno per la Francia il ministro del Lavoro, Occupazione e Dialogo sociale Michel Sapin e il ministro delle Finanze Pierre Moscovici; per la Germania il ministro del Lavoro e degli affari sociali Ursula Von der Layen e il ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble; per la Spagna il ministro dell'Economia e della Competitività Luis de Guindos Jurado e il ministro per l'Occupazione e la Sicurezza sociale Maria Fatima Baez Garcia.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information