E' stato a arrestato per il suo raccapricciante progetto: rapire, stuprare, uccidere e infine mangiare le sue vittime, esclusivamente bambini. Aveva gia' attrezzato nella sua casa una cantina organizzata come una sorta di prigione-obitorio per le sue vittime, con una gabbia d'acciaio e una bara artigianale delle dimensioni di un bambino, una sedia, una tv, e cavi per il collegamento internet.

Geoffrey Portway britannico 40enne, residente in Massachusetts, si e' dichiarato colpevole per i suoi folli piani e ora rischia fino a 27 anni di prigione. E' quanto riporta l'edizione on line della BBC. L'uomo avrebbe passato mesi a ciattare con un altra persona, un americano, Michael Arnett su come rapire, e uccidere un bambino. Nel corso di un'ispezione compiuta lo scorso anno, la polizia aveva rinvenuto in casa di Portway, due congelatori, insieme ad alcuni bisturi monouso, un kit per la macellazione e strumenti per la castrazione. Le indagini hanno rivelato un traffico on line di materiale pedopornografico messo in atto da Portway con altri utenti. L'uomo avrebbe scambiato piu' di 4.500 pezzi tra foto e video che ritraevano bambini morti e forme di cannibalismo.

 





Leggi anche:


Cerca in google

 

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information