Continua a salire il bilancio dei morti delle inondazioni causate dalle forti piogge a La Plata, la provincia di Buenos Aires. Il governatore della provincia Daniel Scioli, ha affermato, nel corso di una conferenza stampa, che le vittime sono almeno 46. Raffiche di vento hanno divelto alberi, troncato le linee dell'alta tensione e scoperchiato i tetti della case nelle povere baraccopoli della periferia, le cosidette 'villas miserias'.

Le piogge torrenziali in una sola notte hanno superato i 15 centimetri e mezzo al suolo, record assoluto per la capitale argentina in aprile. Soprattutto nella parte nord della citta' le eccezionali precipitazioni hanno provocato alluvioni-lampo, impedendo la circolazione dei treni, allagando le stazioni della metropolitana e travolgendo i veicoli in sosta. Circa trecento persone hanno dovuto essere evacuate da un sobborgo e, secondo il sindaco Mauricio Macri', nel complesso ammontano a 35.000 coloro che hanno subito danni a causa della tempesta. Come minimo fino a domani restera' in vigore l'allerta-maltempo.

 





Leggi anche:


Cerca in google

 

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information