Continua a salire la tensione tra le due Coree: Pyongyang ha bloccato oggi l'accesso alla zona industriale di Kaesong, importante distretto economico, l'unico in comune e ultimo esempio di cooperazione tra i due paesi, dove sono impiegati circa 50mila operai della Corea del Nord e circa 900 del Sud. La Corea del Nord ha detto che consentira' ai lavoratori sudcoreani di rientrare in patria.

Non si e' fatta pero' attendere la risposta da Seul: il ministro della difesa sudcoreano, Kim Kwan-jin, ha avvertito che si stanno esaminando tutte le opzioni disponibili per garantire la sicurezza degli 861 lavoratori del Sud rimasti a Kaesong, compresa l'azione militare.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information