E' di almeno otto morti accertati il bilancio di una tremenda bufera che si e' abbattuta su Buenos Aires e sul suo immenso circondario, con raffiche di vento che hanno divelto alberi, troncato le linee dell'alta tensione e scoperchiato i tetti della case nelle povere baraccopoli della periferia, le cosidette 'villas miserias'.

Le piogge torrenziali in una sola notte hanno superato i 15 centimetri e mezzo al suolo, record assoluto per la capitale argentina in aprile. Soprattutto nella parte nord della citta' le eccezionali precipitazioni hanno provocato alluvioni-lampo, impedendo la circolazione dei treni, allagando le stazioni della metropolitana e travolgendo i veicoli in sosta. Circa trecento persone sono dovute essere evacuate da un sobborgo e, secondo il sindaco Mauricio Macri', nel complesso ammontano a 35.000 color che hanno subito danni a causa della tempesta. Come minimo fino a domani restera' in vigore l'allerta-maltempo.





Leggi anche:


Cerca in google

 

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information