Se le autorità italiane "non manterranno la parola", rifiutando di rispedire i due marò in India per essere processati, "ci saranno conseguenze nelle nostre relazioni con l'Italia". Lo afferma su twitter il premier indiano Manmohan Singh.

Singh ha dedicato diversi tweet alla vicenda, chiedendo in particolare unità al parlamento e affermando che continuerà a lavorare "attraverso i canali diplomatici". Il premier ricorda di avere "sollecitato le autorità italiane a rispettare le decisioni della Corte Suprema e di restituire i due imputati per essere processati".

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information