Un flirt tra Barack Obama e Beyoncè. La 'bomba' sta per essere sganciata, afferma da Parigi Pascal Rostain, uno dei più noti paparazzi francesi. No, nessuna sua foto compromettente che ritrae il presidente americano e la pop star. A rivelare la 'love story' dovrebbe essere addirittura il serio e compassato Washington Post. E per di più la rivelazione arriverebbe nel giorno in cui il presidente Obama riceve alla Casa Bianca quello francese Francois Hollande, reduce dal più clamoroso scandalo sentimentale degli ultimi tempi. Insomma, altro che 'bomba'. Sarebbe un vero e proprio terremoto. Peccato che dalla direzione del Post - dopo che le parole del paparazzo sono state riprese dalla stampa francese (da Le Figaro a Le Soir) - è subito partita una smentita secca e quasi indignata: "E' falso, noi non prepariamo articoli di questo genere".

Come a dire: non siamo i tabloid scandalistici che si vendono al supermarket, quelli che da tempo parlano di una 'first couple' in crisi, con tanto di tradimenti del presidente. Voci finora totalmente infondate, e che nessun grande giornale americano ha mai cavalcato o solo preso in considerazione. I rumors, però, vengono ora inevitabilmente rilanciati, e il gossip inevitabilmente si scatena. Tutto nasce dall'annuncio fatto da Rostain ai microfoni della popolarissima radio Europe 1: "In questo momento negli Stati Uniti sta succedendo una cosa enorme. Usciranno sul Washington Post le indiscrezioni su una relazione presunta tra il presidente Barack Obama e Beyoncé". I rumors, però, vengono ora inevitabilmente rilanciati, e il gossip inevitabilmente si scatena. Tutto nasce dall'annuncio fatto da Rostain ai microfoni della popolarissima radio Europe 1: "In questo momento negli Stati Uniti sta succedendo una cosa enorme. Usciranno sul Washington Post le indiscrezioni su una relazione presunta tra il presidente Barack Obama e Beyoncé". Quest'ultima tra l'altro - insieme al marito, il rapper Jay-Z - è amica degli Obama, e ha anche cantato poche settimane fa alla festa per i 50 anni della first lady Michelle.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information