La Russia ha consegnato agli Usa il piano perche' Damasco ceda le armi chimiche alla comunita' internazionale, un piano in quattro tappe, un piano che dovrebbe cominciare con l'ingresso della Siria nell'Organizzazione per l Proibizione delle Armi Chimiche (Opac).

Il piano, annunciato da Mosca nei giorni scorsi e che mira a scongiurare l'attacco miliare degli Usa al regime di Damasco, e' stato rivelato dal quotidiano russo Kommersant; e secondo il giornale e' stato consegnato agli Usa gia' martedi' (anche se la Russia ha annunciato di averlo dato mercoledi' sera). Come primo passo, Damasco dovrebbe entrare nell'Opac; poi la Siria dovrebbe dichiarare la localizzazione degli arsenali di armi chimiche e dove sono state prodotte. Il terzo passaggio sarebbe l'ingresso degli ispettori dell'Opac in Siria per esaminare le armi. Mentre il quarto e decisivo passaggio sarebbe la scelta, in collaborazione con gli ispettori, su come distruggere le armi. Il Kommersant, che ha ottime fonti in seno al ministero degli Esteri russo, ha aggiunto che ancora non e' chiaro chi dovrebbe distruggere le armi, anche se non e' escluso che gli Usa e la Russia lo facciano insieme. Oggi comunque il ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov, e il suo omologo Usa, John Kerry, discuteranno del piano nei colloqui di Ginevra, colloqui che potrebbero protrarsi fino a domani.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information