Secondo la Francia, l'Occidente decidera' "nei prossimi giorni", piu' precisamente "entro la settimana", quale risposta adottare rispetto alla crisi in Siria, alla luce del presunto attacco lealista di mercoledi 'scorso con missili al gas nervino sul'oasi di Ghouta, alla periferia est di Damasco, che sarebbe costato centinaia di morti: lo hanno affermato tanto il presidente Francois Hollande quanto il ministro degli Esteri, Laurent Fabius.

Anche se quest'ultimo ha riconosciuto che sarebbe "problematico" un eventuale intervento militare contro il regime di Bashar al-Assad che non fosse supportato da un mandato del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, dove peraltro Russia e Cina certamente eserciterebbero ancora una volta il loro diritto di veto per bloccare ogni iniziativa.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information