Una delegazione di rappresentanti dell'Autorità di controllo dell'industria nucleare e di esperti sarà oggi alla centrale di Fukushima per nuove verifiche sulle perdite di acqua radioattiva registrate nei giorni scorsi.

La Tepco, l'ente di gestione della centrale nucleare semidistrutta dal sisma e dal successivo tsunami del marzo del 2011, ha ammesso due giorni fa che l'acqua radioattiva potrebbe essersi riversata in mare. Stando a quanto riferito da un portavoce, il gruppo di 15 persone, composto da un alto rappresentante dell'Autorità di controllo, Toyoshi Fuketa, da nove suoi dipendenti e da cinque esperti esterni, "ispezionerà le aree vicino a dove è avvenuta la perdita di acqua". Mercoledì scorso, l'Autorità di controllo ha valutato "livello 3", pari a "incidente grave" sulla scala internazionale degli eventi nucleari (Ines), la fuoriuscita delle 300 tonnellate di acqua altamente radioattiva da Fukushima.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information