La violenza torna ad insanguinare incessantemente l'Iraq anche negli ultimi giorni in cui si festeggia con l'Eid al Fitr la fine del mese del digiuno, il Ramadan. Una serie di autobomba esplose in sette aree di Baghad ha causato almeno 25 morti.

Altre 10 vittime si sono contate nel nord a Tuz Khurmato a 170 lm a nord-est dalla capitale, zona di confine contesa tra il governo di Baghdad e la regione autonoma del Kurdistan.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information