Dopo il fallimento dei mediatori internazionali in Egitto Stati Uniti ed Unione Europea esprimo in un comunicato congiunto la preoccupazione per l'incapacita' delle parti a trovare una soluzione per superare il "pericoloso stallo" in cui si trova il Paese dopo la deposizione dell'ex presidente, Mohamed Morsi.

Stallo che non solo aumento il rischio di ulteriori spargimenti di sangue e radicalizzazioni ma che anche impedisce la ripresa economica del Paese, sempre piu' in difficolta' anche su questio fronte. Washington e Bruxelles sottolineano che spetta al governo iniziare un processo per disinnescare la crisi e assicurare sicurezza e benessere a tutti i cittadini e ribadiscono che Stati Uniti ed Ue restano a disposizione per aiutare in qualsiasi modo l'Egitto a risolvere i problemi di questa situazione estremamente fragile.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information